La certificazione Ebincolf

Mentre il CCNL del Lavoro Domestico, sottoscritto dalle Parti Sociali, rappresenta l’impianto normativo contrattuale di riferimento per la regolamentazione del settore, risulta mancante, in Italia, un riconoscimento condiviso, tantomeno ufficiale, di tutte le professioni che sono dedite all’assistenza familiare attraverso la cura della casa (colf), l’assistenza ai bambini (baby sitter) e l’assistenza ad anziani e disabili (badante).

La conseguenza di ciò è un’indeterminatezza dei requisiti professionali che non tutela la famiglia datrice di lavoro domestico perché non garantisce, ad esempio, una qualità minima del servizio e, d’altro canto, non consente al lavoratore di posizionarsi efficacemente sul mercato del lavoro.

Per queste ragioni Ebincolf, esso stesso espressione dei maggiori stakeholder di riferimento per il mercato del lavoro domestico, ha dato il via dal 2017 ad un’attività di Certificazione delle competenze rivolta, solo inizialmente, a coloro che hanno frequentato con profitto uno dei numerosi corsi di formazione che Ebincolf finanzia su tutto il territorio nazionale.
Attraverso l’attività di certificazione, Ebincolf vuole dare un contributo importante alla regolamentazione del settore del Lavoro Domestico in costante espansione nel nostro paese. La certificazione si aggiunge, così, alle numerose iniziative di formazione e qualificazione promosse a vari livelli dall’Ente con l’obiettivo di aumentare sempre più la competenza e la professionalità nelle professioni di cura.

Ebincolf rilascia, a seguito del superamento di un apposito esame, un certificato attestante la conformità delle competenze acquisite dal lavoratore domestico in base ad un proprio disciplinare interno.

E’ possibile scaricare tutta la documentazione di interesse nella sezione Download alla voce Certificazione.

La commissione di certificazione

La Commissione di Certificazione è istituita dallo statuto Ebincolf ed è competente ad attuare tutte le misure necessarie per la gestione dell’attività di certificazione dei lavoratori della categoria in base alla legge n. 4 del 2013, con particolare riferimento alla definizione degli schemi di certificazione, all’individuazione dei percorsi di formazione in modo coerente con gli schemi di certificazione, alla deliberazione di tutti i provvedimenti connessi a concessione, rinnovo, sospensione e revoca delle certificazioni rilasciate ai lavoratori.

Attualmente la Commissione
è composta da:

Paola Raponi (Presidente)
Anna Sciò (Vicepresidente)
Luisa Gardella (Commissario)
Filippo Breccia (Commissario)
Daniele Antonelli (Commissario)
Luciana Mastrocola (Commissario)
Rosamaria Ciancaglini (Commissario)
Massimo Forti (Commissario)